Hai visto il tuo porcellino mangiare la sua cacca?🙈💩

Non stupirti se oggi parliamo di…cacchine… popò… culetto e bisognini. argomenti un pò imbarazzanti  ma che bisogna conoscere se si possiede un porcellino d’india.

Hai visto il tuo porcellino mangiare la sua popò?

Se noti che la tua cavia mangia le proprie feci non preoccuparti: le cavie, come il coniglio e molti roditori, lo fanno per assimilare vitamine, proteine e fibre contenute in queste particolari feci. Tutta salute!

Niente paura, quindi se il tuo porcellino si piega a palla per prendere la popò dal culetto non è impazzita o malata: questo è un comportamento naturale per i porcellini d’india e benefico per garantirgli un sano sistema digestivo !

💩Questo comportamento è noto come coprofagia .

😫😓Sebbene per noi possa essere strano o sgradevole, la coprofagia è una parte essenziale del processo digestivo ed è considerata un comportamento perfettamente normale per una cavia.👍

Un accenno alla coprofagia

Le cavie sono coprofagi, ossia ingeriscono normalmente alcune loro particolari feci denominate “cecotrofi” (prima che queste tocchino terra) e che si distinguono perché contengono vitamine, minerali e batteri essenziali al buon funzionamento del loro organismo.

I cecali contengono dunque anche batteri “buoni” che possono aiutare a ripristinare la flora intestinale di un porcellino malato. È noto che le cavie malate o anziane rubano i cecali di altri porcellini d’india sani che vivono con loro. 💚 Sembra che al contatto con un proprio simile, una cavia ammalata risponda meglio alle terapie e guarisca più velocemente.

Esistono due tipi di cacca.

Le cavie producono due tipi di feci: le classiche bananine dure e scure spesso lasciati sparse nella gabbia ed i ciecotrofi dette anche “feci molli” , più umidi e morbidi , con una tinta verde o giallastra e che tendono a rimanere uniti.  Questo tipo di feci si vedono raramente perché vengono  mangiate dalla cavia prima che tocchino terra.

Gli animali obesi o in gravidanza possono deporlo sul pavimento e poi raccoglierlo. I piccoli assumono il ciecotrofo materno per sviluppare la flora batterica. Questo è un comportamento normale per questa specie e prende il nome di ciecotrofia.  La ciecotrofia è un comportamento adattativo da non confondere con la coprofagia; infatti il materiale ciecotrofo contiene una quantità di proteine assimilabili e rende gli animali che la praticano più resistenti contro certe malattie parassitarie.

Gli animali che non sono in grado di mangiare i cecali perdono peso, deperiscono e sono inclini costipazione fecale.

cavia feci cacca
Una cavia  fa la cacca molto spesso, un singolo porcellino può produrre 300 piccole 💩 al giorno!

Le cavie ingeriscono dunque i cecali per massimizzare i nutrienti che possono derivare dalla loro dieta. I cecali contengono vitamine essenziali, come la vitamina K e il vitamine del gruppo B. Hanno il doppio delle proteine ​​con solo la metà della fibra delle feci più dure, quindi i nutrienti vengono assorbiti più facilmente. Questo processo digestivo è noto come cecotrofia, fermentazione intestinale o pseudoruminazione.

Questo è un comportamento normale per garantire un sano sistema digestivo! 

La fibra è molto importante nella dieta della cavia anche per la corretta funzionalità dell’apparato gastroenterico della cavia infatti stimola la motilità intestinale e permette lo sviluppo di una flora batterica benefica. In caso di una alimentazione scorretta possono verificarsi diarrea o stasi intestinale.

Spesso si legge che la prevalenza dell’alimentazione per la cavia deve essere a base di verdura fresca, ma in realtà è invece il fieno che deve occupare la parte piu’ importante dell’alimentazione!  Il fieno possiede silicati abrasivi per la salute dei denti e fibre per mantenere i loro tratti gastro-intestinali in salute.

Porcellini d’india orfani o ammalati 

Nel caso dei porcellini d’india orfani, se hai una cavia adulta sana puoi raccogliere il suo ciecotrofo che mescolato al latte del cucciolo potrà fornire al piccolo la normale flora batterica necessaria al suo apparato intestinale. Utilizza latte di capra o del latte artificiale per gattini. È sufficiente una pallina di ciecotrofo al giorno per 4-5 giorni. Questo è particolarmente importante per i porcellini d’india piccolissimi con meno di una settimana di vita. Il latte non deve essere forzato nella bocca della piccola cavia in quanto può finire nei polmoni. Per la prima settimana di vita i piccoli di porcellino d’india devono essere stimolati a defecare e urinare massaggiando dolcemente la zona perineale, come nei cuccioli di gattini.

Contatta un veterinario se non sei sicuro! 

Ora abbiamo imparato che i cecali contengono batteri “buoni” che possono anche aiutare a ripristinare la flora intestinale di un porcellino malato . Gli antibiotici a volte sono necessari quando la tua cavia è malata, ma uccidono sia i batteri buoni che quelli cattivi.

Per questa cavia ammalata  puoi preparere una “pappa di pupù” fatta in casa . Questa è una soluzione probiotica naturale per ripristinare la flora intestinale. Per fare questo, prendi la cacca da una cavia sana e mescolala con acqua calda per formare una pappa liquida. Con questa “pappa speciale” puoi alimentare la cavia debilitata tramite siringa senza ago. Puoi utilizzare anche le comuni cacca solide, ma non contengono tanti batteri benefici come i ciecotrofi. I ciecotrofi  sono presumibilmente le migliori per nutrire una cavia malata con antibiotici al fine di reinoculare i batteri buoni nel sistema digestivo.

Occlusione o accumulo di materiale (impaccamento)

Alcuni porcellini d’india possono sviluppare una condizione chiamata occlusione o costipazione fecale.

I maschi possono essere soggetti a fecalomi quando diventano anziani.

Nelle cavie sane le palline cecali vengono intrappolate mentre escono dal retto in un’area chiamata sacca perineale e le palline fecali più grandi e dure vengono espulse.

I maschi più anziani (raramente più giovani e raramente nelle femmine perché il sacco è molto più piccolo) i muscoli dell’ano si allungano o si indeboliscono e il porcellino d’india non è più in grado di espellere correttamente le palline fecali dall’ano.

Se lasciato incontrollato, il porcellino d’india inizierà a perdere le condizioni fisiche perché non è più in grado di mangiare le palline del cieco e il blocco interferirà con il normale processo digestivo.

Il problema nasce da una dilatazione dell’ampolla rettale, fatto che può verificarsi con l’età, per cui le feci possono stazionare un po’ di tempo nella sacca perineale, finendo per agglomerarsi prima di essere espulse.
Non è un problema fino a che l’animale riesce ad eliminare normalmente le sue feci, ma lo diventa se questo non è possibile, come nel caso di un prolasso rettale.

L’impatto anale si riscontra più spesso nei maschi più anziani, insolito nelle femmine. Occasionalmente i giovani maschi possono sviluppare un’impatto. L’impatto nei maschi più giovani può essere dovuto alle abitudini di marcatura.
Nei maschi più anziani, ciò può essere causato dalla perdita del tono muscolare o perchè la cavia viene mantenuta su un substrato fine come la segatura ( sconsigliata anche per le delicate vie respiratorie).

Una routine regolare (indipendentemente dall’età).

I porcellini d’india sono animali puliti che provvedono autonomamente alla loro pulizia.

Per  le razze a pelo lungo è bene tuttavia spazzolarli regolarmente . Il bagno non è indicato, salvo prescrizione del veterinario.

Consiglio per tutte le razze e le tipologie di pelo ma maggiormente per le cavie peruviane a pelo lungo di controllare regolarmente l’igiene intima di tutti i maschi per evitare ristagni di sporcizia, peli e grasso, che a lungo andare possono causare tappi /blocchi e infezioni. Controlla più frequentemente se una particolare cavia ha spesso problemi.

Il sacco perineale è un luogo di raccolta per ogni tipo di detrito ( peli, trucioli di gabbia, fieno) e deve essere controllato su base regolare e pulito se necessario.

Se si sviluppa un compattamento, è necessario eliminare l’occlusione.

Non estrarre o tirare forzatamente nulla.

Contatta un veterinario se non sei sicuro! Il veterinario potrà aiutarti, per evitare di fare del male al porcellino d’india.

 

Ghiandole sebacee

Non stupirti se il tuo porcellino strofina un pò il sederino a terra ogni tanto…dove dovrebbe esserci la coda c’ è una ghiandola che usano per marcare il territorio. Bisogna periodicamente controllare e se necessario pulire quella e la sacca anale per evitare il ristagno di grasso e sporcizia.

La cavia possiede numerose ghiandole sebacee a livello della cute perianale (oltre a quella presente sul dorso, alla base della coda, che diventa maggiormente secretiva soprattutto nei maschi in piena attività riproduttiva. A volte capita che queste ghiandole possano intasarsi di secreto.

Un’ altro problema, ma non comune è la costipazione delle ghiandole sebacee presenti nella cute della regione perianale: per svariati motivi queste possono riempirsi di secreto in maniera esagerata, occludendosi e provocando anche una forte irritazione cutanea che causa un odore sgradevole.

Chi ha dei porcellini maschi, oltre a sacca perianale e ghiandola sebacea (greese gland), dovrebbe controllare periodicamente anche il pene ( pisellino), perchè il materiale che vi si deposita potrebbe causare infiammazione ed infezione. Con l’avanzare del’età le cavie fanno molto meno la pulizia personale, e tutte le secrezioni sporcano di più, soprattutto nei maschi interi, o in femmine con qualche problema urinario. Dopo aver esaminato il sacco anale, esamina il pene e pulisci tutti i detriti che trovi.

Nei maschi in piena attività riproduttiva non sterilizzati potresti trovare della “sostanza bianca/gialla” che attacca tutto, appiccicata al pelo e che solidifica molto tenacemente.  L’olio di cocco spremuto a freddo o l’olio di oliva sono eccellenti per ammorbidire sporco e detriti ostinati. Applicare e lasciare riposare per 20-30 minuti prima di pulire delicatamente. A volte però ,tagliare i peli con le le forbici  è l’unica opzione.

la Prevenzione

Una buona dieta con un sacco di fieno, una giusta idratazione e una grande gabbia per incoraggiare l’esercizio fisico (con un compagno energico) aiuterà a mantenere sani i tuoi porcellini d’india. Se la tua lettiera attuale (trucioli, prodotti di carta) si raccoglie nella sacca del tuo porcellino d’india, anche provare a cambiare con una lettiera in pile per cavie può aiutare.

I porcellini d’India con diete ad alto contenuto proteico producono più feci cecali. Incoraggia il consumo di fieno e dell’erba e riduci gli alimenti ricchi di amido come le carote.

Un rimedio comune per la costipazione in cavie, è aggiungere frutta alla dieta. La frutta agisce come un diuretico naturale e aiuta ad ammorbidire le feci. Fornisci alla cavia solo una piccola quantità di frutta, non più di uno spicchio di mela durante la giornata; alimentare con troppa frutta può invertire il problema di stitichezza in diarrea.

Per concludere presta attenzione !

Se noti feci più piccole e scarse del normale, o mancata produzione di feci anche per un breve periodo, tieni  monitorata la tua cavia e contatta il veterinario.

Se osservi diminuzione dell’appetito, produzione di feci di piccole dimensioni , questi possono essere sintomi di stasi gastrointestinale.

Il blocco gastrointestinale, noto anche come blocco/stasi/costipazione gastrointestinale, nei porcellini d’india è purtroppo molto frequente ed è anche una delle prime cause di morte. A volte è solo un rallentamento della motilità intestinale, il porcellino rimane apatico e non mangia, ma può diventare molto pericoloso quando non viene riconosciuto in breve tempo e curato adeguatamente.

La stitichezza in una cavia può essere sintomo di un grave problema.

Se la cavia presenta altri sintomi, come perdita di appetito, letargia o la cavia non si muove portarla, nel più breve tempo possibile, da un veterinario per una diagnosi e un trattamento tempestivo.

Assenza di defecazione, distensione addominale, sono sintomi  che in poche ore possono innescare complicanze anche gravi che possono essere letali in 24-48 ore dall’esordio.

Con i porcellini d’india essere tempestivi è necessario!!

Solo con la visita il veterinario può capire la causa e intervenire con la terapia appropriata. La visita è una buona occasione per porre al veterinario domande o dubbi su gestione, alimentazione e comportamento del porcellino d’india.

 

L’elenco riportato non è esaustivo e sostitutivo ai consigli di un veterinario esperto di esotici!

Il veterinario a cui affideremo la salute del tuo Porcellino d’india deve essere esperto in “Specie non convenzionali”, come furetti, criceti, conigli, piccoli marsupiali e altri roditori perché questa specie richiede conoscenze specifiche diverse dal cane e gatto.

porcellino pupù cacca
Una cavia sana mangia costantemente e fa la cacca costantemente. Anche se presa in braccio più di tanto non la trattiene ed è sano e salutare così! Non si educano le cavie a non farla o a trattenerla! Un asciugamano posto sotto alla cavia che si coccola è sempre consigliato.

Curiosità:

CIECOTROFIA: [cieco+-trofia]. Comportamento di ingestione di materiale semidigerito proveniente dall’intestino cieco, comune in roditori e lagomorfi e recentemente evidenziato in una proscimmia che si nutre di foglie (Lepilemur). Anche la femmina del koala nutre i piccoli con materiale elaborato nell’intestino cieco .

uguali! S

Clicca qui per sapere come allevare dei porcellini d’india felici.

L’elenco riportato non è esaustivo e sostitutivo ai consigli di un veterinario esperto di esotici!

Vuoi vedere e conoscere le diverse razze e colorazioni di porcellino d’india? Seguici su Facebook e Instagram @cavie_borgo_padova clicca mi piace per vedere in anteprima le foto delle nuove cucciolate.

Follow us for pictures, updates, & New born puppy announcements!!

Il nostro impegno è volto a selezionare cavie belle, sane ma con una particolare attenzione al carattere. Non esitate a contattarci per qualunque informazione.

Telefono e   WhatsApp    3339408101 

flower2xold
Non esitate a contattarmi per ulteriori informazioni o se stai cercando di adottare un porcellino d’India. Sarò felice di risponderti.
A presto! Andrea Cecchin 
Cavie Borgo Padova 
Allevamento Amatoriale di Porcellini d’india, razze e colorazioni selezionate.
Cavie Razze pregiate, ottima genealogia, pedigree.
Cuccioli da compagnia, esposizione e riproduzione.
Veneto, provincia di Padova. Siamo a pochi km da Cittadella
Italy 🇮🇹
Telefono: +393339408101
WhatsApp: 3339408101
Ci riserviamo il diritto di non cedere i nostri cuccioli a nostro insindacabile giudizio.
Non troverai i nostri cuccioli in mercatini, mercati, bancarelle, negozi di animali.
Non è così sgradevole come sembra perché la cacca si asciuga in piccole palline.
Scopri cosa ti sta dicendo la tua cacca di cavia! Non tutte le feci sono

copri le differenze tra le tue feci di cavie e cosa potrebbe significare per la loro salute!

Posso fare il bagno al mio porcellino d’India?

Il porcellino d’india o cavia è un animale da compagnia molto pulito e non puzza, ma bisogna mantenere sempre pulita la sua gabbia e l’ambiente dove vive. Normalmente basta una bella spazzolata assieme ad una gabbia pulita per mantenerlo fresco e morbido.

La Leggenda …  🛁🚿 🤔🤣

“Ci sono delle regole da seguire. …lo tenga lontano dall’ acqua, non lo faccia bagnare. Morirebbe!!  È così che vengono spiegate all’ inizio del film cult  ” Gremlins” i pericoli a cui stare attenti se ci si vuole prendere cura di un Gremlins, ma le cavie non sono i Gremlins e la leggenda che i porcellini d’india non possano venire a contatto con l’acqua è appunto una leggenda”

È possibile fare il bagno al nostro porcellino d’India? Si! ma ovviamente mantenendo determinate attenzioni e SOLO se realmente necessario e sempre con delicatezza.

Lavandolo troppe volte o in modo errato si rischia di fargli più male che bene.

bagno cavia-01.jpg

Per il discorso del bagno ci sono pareri nettamente contrastanti, molti affermano che è tassativamente vietato lavare un porcellino d’india, eccezione fatta per trattamenti medici o bidet d’emergenza al “sederotto” in caso di peli lunghi o cavie anziane incontinenti. Poi c’è l’altra “campana” persone che sostengono che si debbano lavare ogni 30 giorni. Credo personalmente che la cosa giusta stia nel mezzo, si lavano se serve, e se si tiene la gabbia pulita, almeno per i peli corti, non serve. Discorso a parte per cavie da esposizione e quality show che necessitato di un bel bagnetto per consentire il mantenimento di peli lunghi e ben curati come nelle toelettature dei cani da esposizione. Bagni che verranno fatti da persone adulte/esperte e con tutte le dovute cautele, ricordo che una cavia che rimane umida o prende un colpo d’aria può morire . Il bagno è un momento molto stressante per il porcellino d’india non stiamo lavando i peluche della cameretta. Una possibile risposta del porcellino d’india alla PAURA per il bagno è l’immobilizzazione completa ( come paralizzato o bloccato) che può durare da pochi secondi a diversi minuti,  immobilità che spesso viene scambiata erroneamente  per gradimento/accettazione del bagno. Se mi chiedete: posso lavare il mio porcellino d’india totalmente ogni 10 giorni per profumarlo e pettinarlo come una bambola sognando di partecipare ad una expo….. la mia risposta sarà NO!  Il mio consiglio per i peli lunghi  è di accorciare il pelo sul sedere, in modo che non tocchi per terra, sarà più pulito e facile da gestire e sarà un porcellino felice. 

Cosa serve per lavare un porcellino d’india?

  • Un posto caldo e tranquillo.
  • Due persone (consigliato le prime volte).
  • Acqua tiepida e una vasca/contenitore con i bordi alti abbastanza per impedire al porcellino di saltare fuori.
  • Una caraffa di plastica per versargli l’acqua con delicatezza.
  • Un tappetino antiscivolo o asciugamano per il fondo.
  • Shampoo specifico per porcellini d’india o roditori
  • Il suo asciugamano.
  • Spazzola /Pettine
  • Un phon a bassa temperatura e velocità (se abituato).
  • Coccole e tanto amore per gli animali. 💕

In estate, come in inverno, i porcellini d’india sono sensibili agli sbalzi di temperatura, non portare l’animaletto da una stanza calda ad una stanza fredda o viceversa.

Come fare il bagno ad un porcellino d’India?

Lavare un porcellino è semplice ma va fatto nel modo corretto:

Si deve sempre prestare moltissima attenzione durante il bagnetto. Il bagno deve essere un momento piacevole per l’animaletto e non fonte di stress. 

Prepara prima tutto il necessario nella stanza da bagno calda.
Il porcellino d’india va adagiato in un catino o nel lavandino con un paio di cm di acqua tiepida, non deve essere sommerso e l’acqua dovrà toccare il pancino del porcellino. Ricordati che il porcellino dovrà sentirsi a proprio agio ed essere in grado di rimanere in piedi senza scivolare. La testina deve rimanere sempre fuori dall’acqua, facendo attenzione a non far entrare l’acqua negli occhi e nelle orecchie.  Insaponalo  poi con uno shampoo leggero meglio se diluito con acqua in un altro contenitore (tutto il corpo tranne la testina) e risciacqua abbondantemente. Ripeti l’operazione se particolarmente sporco. Avvolgilo poi in un asciugamano e asciugalo. In inverno termina l’asciugatura con il phon tiepido alla velocità bassa, spazzolandolo bene( solo se se abituato al phon).

Tienilo lontano da correnti d’aria e  riponi il porcellino d’india in gabbia solo se perfettamente asciutto. 

Quando NON bisogna lavare il proprio porcellino d’India?

Non lavare MAI CUCCIOLI o FEMMINE GRAVIDE ( salvo prescrizione del medico veterinario per un trattamento medico).

⚠ Non fare il bagno al tuo il porcellino se l’epidermide è lesionata o presenta forfora/crosticine. Il tuo amico potrebbe essere affetto da qualche infezione micotica o problema parassitario e per questo deve essere prima visitato da un veterinario in quanto un bagno non corretto non è curativo e potrebbe peggiorare la situazione.

⚠ Non lavare il tuo porcellino se fa freddo e lui vive all’esterno. 

 Non immergerlo in acqua fredda per rinfrescarlo d’estate. ( clicca qui per  conoscere piccoli trucchi anti afa)

inoltre…

  • Non immergerlo MAI completamente in acqua.
  • Non farlo nuotare.
  • Sii gentile e non stringerlo troppo perchè i porcellini d’India hanno le ossa fragili.
  • Il porcellino d’india non ama e non sà calcolare le altezze ed esiste il reale pericolo che, con uno scatto improvviso; salti dal lavandino e cada a terra.
  • Non tenerlo a pancia in su: per il porcellino d’india è un’esperienza tra le più stressanti in assoluto .
  • Nei mesi invernali evita di fare il bagno alle cavie. Se sono a pelo lungo e si sporcano, meglio fare loro il bidet. Se il tuo porcellino ha solo qualche macchia puoi usare un panno umido per ripulirlo.
  • Presta attenzione alle correnti d’aria ed evitata gli sbalzi di temperatura (esempio passare dal caldo del bagno ad una stanza fredda o al giardino) altrimenti raffreddori , bronchiti e polmoniti  sono inevitabili .
  • Non fare entrare l’acqua nelle orecchie o negli occhi, per questo è raccomandabile usare solo pochi centimetri di acqua e non mettere la cavietta sotto l’acqua corrente.
  • Accorcia il pelo nella zona dei genitali nei soggetti a pelo lungo  in particolare sul fondo schiena là dove è più facile che si impregnino di pipì e controlla spesso la pulizia della zona intima nei maschi.

Video Posted by The Lava Empire

I porcellini d’india sono animali puliti che provvedono autonomamente alla loro pulizia.

Per  le razze a pelo lungo è bene tuttavia spazzolarli regolarmente . Il bagno come routine non è indicato, salvo prescrizione del veterinario.

🎀 Routine settimanale : 

  • Spazzola la tua cavia delicatamente almeno una volta a settimana per asportare il pelo morto e tenere in ordine il mantello.
  • Verifica lo stato di igiene intima (specialmente nei  maschi).  
  • Controlla le zampine del tuo piccolo amico, devono essere sempre di un bel colore roseo. 
  • Controlla e se necessario pulisci con delicatezza le orecchie del tuo porcellino.

🎀 Routine mensile:

  • Accorciare le unghie si rende necessario per quasi tutti i porcellini d’India. E’ un’operazione da eseguire con molta attenzione ma non impossibile . Se non ti senti sicuro nell’effettuare qualsiasi manovra chiedi sempre consiglio al veterinario in occasione di una visita di controllo.
  • Per  le cavie a pelo lungo accorcia il pelo sul sederotto, in modo che non tocchi per terra, sarà più pulito e facile da gestire e sarà un porcellino felice. 

⚠ Un sistema semplice per tagliare le unghiette alle nostre cavie ✂️
Osserva l’unghia in controluce prima di procedere al taglio per non lesionare il vaso sanguigno.

Le razze a pelo corto non richiedono particolari toelettature. Il  pelo lungo diventa già più impegnativo, ed ha bisogno di cure quotidiane. Alcune razze hanno un mantello così imponente e un pelo così lungo da adulte che talvolta, se trascurato per qualche giorno, si annoda senza rimedio. Le cavie peruviane (o comunque a pelo lungo) trascinano il pelo a terra. Il pelo va quindi tenuto corto (specialmente la zona genitale) e regolato a misura quando cresce onde evitare sporcizia o ingiallimento del pelo e prevenire possibili infezioni. Toelettatura e gestione diversa se le cavie a pelo lungo sono da expo. Se sono razze di porcellini d’india a pelo corto ,ovviamente, il mantello è semplice da gestire , la toelettatura è facile e dilazionata nel tempo.

🎀 Wrapping.

Wrapping é una elaborata toelettatura applicata a cavie a pelo lungo che devono partecipare a esposizioni e gare di bellezza ..🎀🎀🎀 

Posted by Dana Jansen 🔝

Le cavie di razza pura  Peruviana ma anche Sheltie e Coronet  che partecipano a gare di bellezza possono avere il pelo lunghissimo e  questo, per non rovinarsi, viene arrotolato in “bigodini” di carta . Per mantenere il pelo lungo e pulito e perchè non  si rovini si procede spazzolando il pelo e formando delle corrette scriminature sul dorso e sulla testa della cavia. Si formano poi dei #bigodini o #pacchetti, utilizzando delle striscioline di carta che vengono piegati a fisarmonica e tenuti assieme da piccoli elastici o fermagli. Ci sono molti video tutorial di allevatori e toelettatori  ( Wrapping Tutorials Guinea Pig/Cavy)

⚠ Attenzione se non sei un toelettatore/allevatore esperto che partecipa ad esposizioni non cimentarti in questa tecnica (Wrapping) puoi provocare stress e sofferenza al tuo animaletto . Elastici e fermagli se ingeriti possono portare al decesso della cavia.

Prodotti per la cura dei porcellini d’India:

Kit base per la toelettatura della cavia:

  • Spazzola
  • Pettine a denti fitti
  • Tagliaunghie/tronchesino
  • Tanto amore per gli animali. 💕

 Per spazzolare la tua il tuo piccolo amico usa sempre il pettine più morbido che hai. Quello per i bimbi va benissimo!

pettine spazzola taglia unghie per cavia

🌈 Pillole di benessere di Cavie Borgo Padova: Lavare troppo spesso il porcellino elimina gli oli naturali presenti sul pelo, necessari per mantenere sana la pelliccia. Le cavie inoltre come tutti gli animali usano l’olfatto per comunicare e lavarli con shampoo profumati li danneggia anche nei rapporti sociali . I porcellini d’India possiedono anche una ghiandola oleosa alla base della spina dorsale proprio nel punto in cui dovrebbe esserci la coda che normalmente si mantiene pulita da sola. 🌈

Per qualsiasi dubbio sulla corretta gestione chiedimi pure!

L’elenco riportato non è esaustivo e sostitutivo ai consigli di un veterinario esperto di esotici!

flower2xold
Cavie Borgo Padova 
Allevamento Amatoriale cavie di razza. Pet Quality e Show/Breeding Quality.
Veneto, provincia di Padova ( siamo a pochi km da Cittadella – Padova )
Italy +39 3339408101
INFO & PRENOTAZIONI CUCCIOLI 
Tramite email o telefono
E’ gradita una presentazione via email.

Contattaci

E’ gradita una presentazione .

Risultati immagini per whatsapp

3339408101

Seguici  e clicca MI PIACE

per vedere le foto delle varie razze di porcellino d’india

su Facebook e Instagram 

@cavie_borgo_padova 

Follow us for pictures, updates, & New born puppy announcements!!
flower2xold
Cavie Borgo Padova 
Allevamento Amatoriale cavie di razza. Pet Quality e Show/Breeding Quality.
Veneto, provincia di Padova. Siamo a pochi km da Cittadella – Padova
Italy
Ci riserviamo il diritto di non cedere i nostri cuccioli a nostro insindacabile giudizio.
Non troverai i nostri cuccioli in mercatini, mercati, bancarelle, negozi di animali. 
Non cediamo i nostri cuccioli a negozianti e rivenditori